Chiaiano, blocco al bivio di Mugnano. Parte la strategia dei meeting point.

Contro la militarizzazione del territorio, parte una nuova strategia di lotta

9 / 9 / 2010

Dopo l’assemblea del 4 settembre che ha lanciato la nuova fase di mobilitazione contro la possibilità di ampliamento della discarica di Chiaiano giunta ormai ad esaurimento, ieri si è tenuto il secondo appuntamento di lotta. Alle 18:30 alla Rotonda Titanic si sono dati appuntamento i cittadini che stanno riprendendo la mobilitazione radicale e determinata dopo le recenti dichiarazioni dell’assessore regionale Giovanni Romano e dopo la bozza di piano rifiuti regionale presentata dall’amministrazione di centro destra.
I punti rivendicativi della nuova fase di mobilitazione a Chiaiano e nell’area nord di Napoli sono quelli della chiusura e bonifica della discarica contro ogni ipotesi di allargamento; un piano rifiuti in concerto con comitati e realtà di base; trattamento meccanico biologico contro inceneritori e discariche.

Per questo da giorni si attende un incontro tra una delegazione dei comitati di Chiaiano e l’assessore regionale Romano. 
Ieri sera un nuovo blitz. 
Verso le 18:30 l’assemblea che si teneva alla rotonda Titanic ha deciso di spostarsi verso l’incrocio tra Via Napoli e Via Santa Maria a Cubito, noto anche come Bivio di Mugnano. Da li’ è partito un blocco che per un’ora ha paralizzato il traffico. Al blocco stradale hanno preso parte circa 250 persone. La ripresa dei blocchi, oggi è la prima arma che possiamo utilizzare verso un futuro di sciagure e veleni per il nostro territorio. Il blocco si è tenuto a Mugnano perché proprio in quel comune sono nati nuovi comitati che si sono aggregati al Presidio permanente contro la discarica. Poco dopo le 20:00 è partito un corteo spontaneo che dal bivio di Mugnano è ritornato alla rotonda Titanic.
La nuova fase di lotta sarà caratterizzata da appuntamenti pubblici senza indicare gli obiettivi. Dei "meeting point" da dove spostarsi poi velocemente per attuare dei blocchi. Ritornare nuovamente al punto di raccolta e spostarsi poi di nuovo verso altri obiettivi. Infatti proprio in questi giorni la zona nord di Napoli è nuovamente militarizzata ricordando la blindatura di due anni fa quando per mesi e mesi polizia e carabinieri occuparono militarmente Chiaiano e Marano.
Venerdi’ 9 settembre alle 17:30 un nuovo appuntamento è stato lanciato alla Rotonda Titanic. Proprio in questi giorni l’aumento della puzza ed il peggioramento delle condizioni di vivibilita’ del quartiere stanno montando sempre di più. Uno dei motivi è l’aumento di conferimento in discarica : da 800 a 1300 tonnellate al giorno. Per stessa ammissione della Ibi, la ditta che gestisce la discarica, l’aumento della puzza è dovuto all’aumento del conferimento. Insomma regione e provincia violano le loro stesse regole.

Dopo l’appuntamento del 9 è già in programma una nuova tappa, martedi’ 13 nel comune di Mugnano nel quartiere di Mugnano 2000, per un meeting point di lotta anche su quel territorio.

Solo con la ripresa dei blocchi e della mobilitazione popolare possiamo riuscire a bloccare i piani del governo e della Regione Campania.

 

Prossimi meeting point :

Venerdi’ 10 settembre , 17:30 , Rotonda Titanic, Marano

Martedi’ 13 settembre, ore 18:30 Via Cesare Pavese, Mugnano

Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano e Marano

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Manifestazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...